Quanto Costa un trasloco da Roma e Milano e Viceversa

traslochi

traslochi

Abbiamo già parlato in un precedente articolo sui costi di un trasloco e sulla loro variabilità. Oggi concentreremo la nostra attenzione sui prezzi di un carico e scarico Roma-Milano o viceversa. Le due città sono collegate da moltissimi interessi, migliaia di persone ogni giorno si muovono infatti tra la capitale politica e quella degli affari. Basti pensare alla tratta aerea che è una delle più redditizie del mondo. Anche i traslochi sono interessati da un flusso continuo tra nord e sud. La maggiorparte sono persone che si trasferiscono a Milano per lavoro o viceversa a Roma. Ma quanto costa traslocare tra le due città?

Anche in questo caso le variabili sono tante, ma possiamo contare su una costante, la distanza tra le due citta, circa 600 km. Per un traslocatore che effettua solo il vostro trasloco significa occupare i camion per 2 giorni. Il primo giorno sarà occupato per smontare tutti i vostri mobili, caricarli sul camion e partire per una delle due città. Il secondo giorno sarà quello dello scarico, montaggio e ritorno alla città di origine, Roma o Milano. In questo caso un camion per un trasloco medio, per una casa sotto i 100 mq ha un costo di circa 1000 euro, anche perchè i facchini devono essere impiegati per 2 giorni e dormire fuori.

Quindi al prezzo del trasloco effettuato in condizioni normali, ad esempio nella stessa città, vanno aggiunti questi soldi. Insomma meno di 2mila euro difficile che andiate a spendere. Di più se avete bisogno degli allacci idraulici o del gas della cucina ecc, insomma se il trasloco è complicato.

Per risparmiare:

molte aziende di trasloco, tra cui anche quelle che utilizziamo quando richiedete un preventivo, effettuano il groupage, ovvero il trasloco di gruppo. Cosa si intende? Se avete intenzione di traslocare in un periodo di massima, ovvero se siete flessibili nelle date, i traslocatori accorperanno il vostro trasloco con quello di un altro cliente, oppure cercheranno uno “scarico” o “carico” per non tornare con i camion vuoti.

Quindi i vostri mobili potrebbero viaggiare insieme a quelli di un altro cliente, anche se ovviamente separati nel camion, che ha l’esigenza di effettuare nel vostro stesso periodo un trasloco da Milano a Roma o viceversa. Si risparmia un bel po’, fino al 50%, perchè si abbattono i costi dei mezzi coinvolti e ovviamente quelli della trasferta del personale di facchinaggio.

Altra ipotesi: potrebbe essere coinvolto un trasloco anche di una città che si trova nella rotta ROMA-MILANO, ad esempio un cliente che vive a Firenze o a Bologna e deve traslocare nella capitale o nel capoluogo lombardo.

Quanto costa un Trasloco

costo traslocoSiamo pronti per traslocare. Abbiamo scelto la casa di destinazione e siamo pronti ad abbandonare quella di origine, ora dobbiamo mettere in preventivo un’ altra spesa, quella del trasloco. La domanda che ci si pone è ovviamente, “quanto costa”? Quanto dobbiamo spendere ancora per traslocare? La risposta non è facile. Cerchiamo di fare chiarezza su alcuni aspetti.

Innanzitutto non ci sono delle tabelle o dei tariffari per quanto riguarda i traslocatori. O meglio, le ditte di traslochi hanno dei tariffari per quel che riguarda il facchinaggio, anche rigidamente disciplinate da leggi, ma nessuno le rispetta più di tanto e la contrattazione è liberamente lasciata a datore di lavoro ed impiegato.

I traslochi, da molte ditte, vengono divise in tre fasce. Economici, medi e costosi. Alcune ditte non si interessano ai primi, si tratta di traslochi di poco conto, che si possono anche fare da soli,  si spende nell’ ordine di 300-400 euro e sono facili. Non c’è nulla da smontare, è tutto imballato, si carica e si scarica senza montaggio e smontaggio.

Un trasloco un po’ più impegnativo è quello che prevede lo smontaggio e rimontaggio di alcuni mobili, della cucina ad esempio. Per effettuarlo ci si impiega anche tutta la giornata, si impegnano almeno 3 addetti ed il prezzo può andare dai 500 ai 1500 euro. Dipende dalla quantità di roba da stivare e traslocare nei camion. Un’altra variante è rappresentata anche dalla difficoltà di spostamento dei mobili, dalla presenza dell’ ascensore, che riduce notevolmente il carico lavorativo degli addetti. Se dobbiamo poi noleggiare una piattaforma elevatrice dobbiamo aggiungere 250 euro, prezzo che include la tassa per l’occupazione di suolo pubblico.

Traslochi impegnativi e quindi costosi: qui non c’è limite. Si parte da 1000-1500 euro. Tutto dipende dall’ impegno richiesto alla squadra dei facchini. Quanti mobili ci sono da smontare, se c’è da imballare, rimontare. Se ci vuole la presenza di un idraulico per il riallaccio dei tubi della cucina o di un elettricista.

Ognuna di queste tipologie di trasloco è legata anche alla distanza che intercorre tra luogo di origine e di destinazione. Calcoliamo per le grandi distanza un costo di 1 euro a km. Ad esempio un trasloco Roma Torino, circa 700 km, significherà “caricare” sul prezzo finale 700 euro. Per risparmiare nei traslochi nazionali tra città piuttosto distanti tra loro c’è il groupage. Lo pratichiamo anche noi, si tratta di “accorpare” più traslochi nella stessa tratta, oppure effettuare un trasloco di un altro cliente dalla città di destinazione a quella di origine, in modo da tornare con i camion pieni piuttosto che vuoti. Si ottimizzano i costi ed i clienti, se sono flessibili nelle date, riescono a spuntare un preventivo migliore.

Potete riempire il form sopra oppure scriverci direttamente a info@preventivotrasloco.org per un preventivo immediato, non dimenticate di lasciare anche il vostro numero di telefono, molti traslocatori non sono proprio al passo con tecnologie e usano poco la mail.

Traslochi nazionali, come spuntare il miglior preventivo

Anche se l’Italia non è un paese ad alta mobilità sociale e lavorativa come lo sono invece gli altri paesi europei, specialmente quelli che si trovano al nord, il comparto dei traslochi nazionali ha conosciuto negli utltimi 10 anni un’impennata a due cifre anche nella nostra penisola. Merito soprattutto delle aziende che dovendo spostare i propri dipendenti da una sede all’ altra in differenti città, ha fatto alzare la domanda, ma non solo. L’emigrazione sud-nord è ripresa in maniera copiosa e cambiare lavoro andandolo a cercare dove c’è, in un’altra regione o città, per non parlare del cambio di nazione è ormai storia di tutti i giorni.

Non è facile spuntare il miglior preventivo e l’unica cosa da fare è provare a chiedere a piu’ aziende. Alcune ditte hanno un tariffario in base al chilometraggio, altre invece riescono a combinare piu’ traslochi insieme propronendo un preventivo molto economico.

Prezzi traslochi nazionali:
alcune aziende, come abbiamo poc’anzi riportato, hanno delle tariffe standard in base al chilometraggio da effettuare ed ovviamente in base alla quantità di mobili e oggetti da traslocare. Indicativamente si spende da 1 a 2 euro per chilometro in piu’ rispetto alle tariffe standard di un trasloco.
Esempio: se per un trasloco di un appartamento di 40 mq con montaggio e smontaggio completo dei mobili, escluso l’imballaggio degli oggetti con gli scatoloni, spendiamo circa dai 600 ai 1000 euro, per lo stesso trasloco effettuato  da Roma a Milano  o viceversa , dovremo aggiungere dalle 600 alle 1200 euro, in questo caso 600 perchè per una casa piccola basterà utilizzare anche un furgone tipo Daily che effettuerà un solo viaggio.
Ovviamente i prezzi sono indicativi, nei traslochi nazionali bisogna mettere in conto anche se si ha a che fare con le isole (Sicilia, Sardegna), se si deve imbarcare il mobilio sulla nave , oppure se si devono effettuare servizi aggiuntivi come deposito mobili, imballaggio, montaggio ecc.