Quanto costa un Trasloco

costo traslocoSiamo pronti per traslocare. Abbiamo scelto la casa di destinazione e siamo pronti ad abbandonare quella di origine, ora dobbiamo mettere in preventivo un’ altra spesa, quella del trasloco. La domanda che ci si pone è ovviamente, “quanto costa”? Quanto dobbiamo spendere ancora per traslocare? La risposta non è facile. Cerchiamo di fare chiarezza su alcuni aspetti.

Innanzitutto non ci sono delle tabelle o dei tariffari per quanto riguarda i traslocatori. O meglio, le ditte di traslochi hanno dei tariffari per quel che riguarda il facchinaggio, anche rigidamente disciplinate da leggi, ma nessuno le rispetta più di tanto e la contrattazione è liberamente lasciata a datore di lavoro ed impiegato.

I traslochi, da molte ditte, vengono divise in tre fasce. Economici, medi e costosi. Alcune ditte non si interessano ai primi, si tratta di traslochi di poco conto, che si possono anche fare da soli,  si spende nell’ ordine di 300-400 euro e sono facili. Non c’è nulla da smontare, è tutto imballato, si carica e si scarica senza montaggio e smontaggio.

Un trasloco un po’ più impegnativo è quello che prevede lo smontaggio e rimontaggio di alcuni mobili, della cucina ad esempio. Per effettuarlo ci si impiega anche tutta la giornata, si impegnano almeno 3 addetti ed il prezzo può andare dai 500 ai 1500 euro. Dipende dalla quantità di roba da stivare e traslocare nei camion. Un’altra variante è rappresentata anche dalla difficoltà di spostamento dei mobili, dalla presenza dell’ ascensore, che riduce notevolmente il carico lavorativo degli addetti. Se dobbiamo poi noleggiare una piattaforma elevatrice dobbiamo aggiungere 250 euro, prezzo che include la tassa per l’occupazione di suolo pubblico.

Traslochi impegnativi e quindi costosi: qui non c’è limite. Si parte da 1000-1500 euro. Tutto dipende dall’ impegno richiesto alla squadra dei facchini. Quanti mobili ci sono da smontare, se c’è da imballare, rimontare. Se ci vuole la presenza di un idraulico per il riallaccio dei tubi della cucina o di un elettricista.

Ognuna di queste tipologie di trasloco è legata anche alla distanza che intercorre tra luogo di origine e di destinazione. Calcoliamo per le grandi distanza un costo di 1 euro a km. Ad esempio un trasloco Roma Torino, circa 700 km, significherà “caricare” sul prezzo finale 700 euro. Per risparmiare nei traslochi nazionali tra città piuttosto distanti tra loro c’è il groupage. Lo pratichiamo anche noi, si tratta di “accorpare” più traslochi nella stessa tratta, oppure effettuare un trasloco di un altro cliente dalla città di destinazione a quella di origine, in modo da tornare con i camion pieni piuttosto che vuoti. Si ottimizzano i costi ed i clienti, se sono flessibili nelle date, riescono a spuntare un preventivo migliore.

Potete riempire il form sopra oppure scriverci direttamente a info@preventivotrasloco.org per un preventivo immediato, non dimenticate di lasciare anche il vostro numero di telefono, molti traslocatori non sono proprio al passo con tecnologie e usano poco la mail.